Questo articolo è stato letto 3 volte

Agenzia delle entrate: circolare relativa al credito di imposta per le PMI commerciali e tabaccai

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 37/E, del 10 aprile, ha fornito chiarimenti relativi al credito di imposta per le misure di sicurezza relative alle PMI commerciali e ai tabaccai, relativamente alle soglie dimensionali (sono microimprese, le piccole e medie imprese, individuali o collettive, costituite da imprese che abbiano cumulativamente meno di 250 occupati, un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro, oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro);
al profilo settoriale (rientrano nei benefici, oltre ai commercianti al dettaglio e all’ingrosso e pubblici esercizi anche benzinai, farmacie, commercianti su aree pubbliche, sono esclusi gli agenti e gli altri rappresentanti di commercio);
alle spese agevolabili (tra gli impianti e attrezzature di sicurezza agevolabili rientrano gli apparecchi di videosorveglianza e i sistemi di pagamento con moneta elettronica, quali i terminali per carte di credito ed EFT-POS, nonché altri impianti e attrezzature di sicurezza non specificati come: sistemi di allarme, inferriate, porte blindate, infissi e vetri di sicurezza, vetrine, armadi e banconi blindati, casseforti e cassetti di sicurezza, macchinette antifalsari;
non vi rientrano le spese sostenute per l’attività di vigilanza);
ai tipi di contratto che danno diritto all’agevolazione (compravendita, appalto, quando abbia per oggetto sia la fornitura dell’impianto e dell’attrezzatura di sicurezza sia la relativa installazione, locazione, di cui ipotesi tipica è quella del terminale EFT-POS per i pagamenti con carte di credito e bancomat, locazione finanziaria – leasing);
al limite massimo di fruizione (per le PMI del commercio il credito d’imposta può essere riconosciuto, a fronte di una o più istanze, per l’intero importo di 3.000 euro già nel 2008, oppure per più importi fino a concorrenza di tale somma nel triennio 2008-2010;
per i tabaccai vale il limite annuale di 1.000 euro, ma nell’arco del triennio potrà comunque essere riconosciuto un credito complessivo fino a 3.000 euro).
L’istanza per l’ottenimento del credito d’imposta, può essere presentata nell’anno 2008 a partire dalle ore 10.00 del 28 aprile e per ciascuno degli anni 2009 e 2010 a partire dalle ore 10.00 del 2 febbraio.
La trasmissione della medesima deve avvenire in via esclusivamente telematica, utilizzando il prodotto informatico denominato “CREDITOSICUREZZA”, disponibile gratuitamente in formato elettronico sul sito internet dell’Agenzia delle entrate.

>> Circolare Agenzia delle entrate 10/4/2008 n. 37 – Credito di imposta per le PMI commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso e di somministrazione di alimenti e bevande – Credito di imposta per l’attività di rivendita di generi di monopolio

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>