Questo articolo è stato letto 10 volte

Apparecchi per il gioco: vademecun dell’Anci con le linee guida

L’Anci e le Associazioni di categoria insieme per contrastare il gioco illegale e semplificare le procedure burocratiche. E’ stato presentato questa mattina, nella sede dell’Anci, “

il vademecum con le linee guida per l’installazione degli apparecchi da intrattenimento”, circa 400 mila in tutta Italia, stilato da Anci, Sapar e Confindustria Sistema Gioco Italia

Il documento, spiega il vicepresidente dell’Anci, Alessandro Cattaneo, “contiene le istruzioni per una precisa e uniforme applicazione delle norme sull’installazione della cosiddette ‘macchinette’, un ulteriore strumento utile sia alle amministrazioni comunali che agli operatori del settore”.

Il tema, quello delle macchinette da gioco e dell’illegalità diffusa nelle installazioni “è all’ordine del giorno perché coinvolge tantissimi cittadini – spiega Cattaneo – generando un volume d’affari di miliardi di euro all’anno. E’ per questo – prosegue – che a fronte dell’esigenza di una regolamentazione chiara, le associazioni di categoria e i Comuni hanno lavorato insieme per arrivare a una gestione chiara e univoca del fenomeno”.

Un modello, quello della collaborazione tra enti locali e associazioni di categoria, che “andrebbe esportato in tutti i settori”, secondo il delegato Anci alle Attività produttive Fabio Refrigeri: “Il vademecum ci sonsente di valorizzare il ruolo operativo delle amministrazioni comunali anche attraverso gli Sportelli unici per le attività produttive, e costituisce un importante elemento di concertazione locale delle diverse istanze”.

Identico il parere del presidente del Sapar Raffaele Curcio, che spiega la ragioni della nascita del vademecum con “l’esigenza di un dialogo costante con le amministrazioni locali, anche al fine di rimuovere gli ultimi steccati burocratici possono ostacolare l’avvio delle attività produttive”. Insomma, chiosa il vicepresidente di Sistema Gioco Italia Emilio Maggi, “siamo convinti che sia meglio il dialogo che il conflitto, e che i risultati di questa collaborazione andranno a beneficio di tutti i soggetti coinvolti”. (mv)

Fonte: Anci.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>