Questo articolo è stato letto 448 volte

Approvato il decreto sicurezza urabana: Cosa si prevede per il commercio

Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge che introduce disposizioni urgenti a tutela della sicurezza delle città.

Il decreto, che definisce la sicurezza urbana quale bene pubblico, è diretto a realizzare un modello trasversale e integrato tra i diversi livelli di governo mediante la sottoscrizione di appositi accordi tra Stato e Regioni e l’introduzione di patti con gli enti locali.

 

Si prevedono, in particolare:

 

forme di cooperazione rafforzata tra i prefetti e i Comuni dirette a incrementare i servizi di controllo del territorio e a promuovere la sua valorizzazione e sono definite, anche mediante il rafforzamento del ruolo dei sindaci.

–  nuove modalità di prevenzione e di contrasto all’insorgere di fenomeni di illegalità quali, ad esempio, lo spaccio di stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione, il commercio abusivo e l’illecita occupazione di aree pubbliche.

 

Il provvedimento inoltre:

 

– rafforza l’apparato sanzionatorio ammnistrativo, al fine di prevenire fenomeni di criticità sociale suscettibili di determinare un’influenza negativa sulla sicurezza urbana, anche in relazione all’esigenza di garantire la libera accessibilità e fruizione degli spazi e delle infrastrutture delle città..

–  prevede la possibilità di imporre il divieto di frequentazione di determinati pubblici esercizi e aree urbane ai soggetti condannati per reati di particolare allarme sociale.

TI CONSIGLIAMO IL VOLUME

 

 prontuario 2017PRONTUARIO DI POLIZIA AMINISTRATIVA
e delle leggi di pubblica sicurezza

  • Commercio
  • Tutela dei consumatori
  • Violazioni al TULPS e al codice penale
  • Pubblici esercizi, somministrazione e spettacoli
  • Stranieri
  • Sanzioni

In appendice l’elenco dei regimi amministrativi delle attività commerciali

acquistaora

 

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>