Questo articolo è stato letto 360 volte

Attività di tintolavanderia. Requisiti professionali

Con il parere 11 marzo 2016, prot. 70449,  Il Minisero dello sviluppo economico risponde ad un quesito in merito al caso di un operatore economico di nazionalità rumena che ha inviato scia per l’apertura di attività di tinto lavanderia.

L’operatore, dichiarando di essere in possesso di idoneo titolo di studio, acquisito in Romania, in virtù del quale ha svolto per alcuni anni l’incarico di direttore tecnico iscritto nel certificato SOA di una società di costruzioni italiana; chiede se sia, pertanto, tale incarico sostitutivo del riconoscimento del titolo di studio ai sensi del D.Lgs. 206/2007 o se occorra ottenere il riconoscimento del titolo di studio ai sensi del decreto medesimo.

Gli ultimi pareri espressi dal Ministero dello sviluppo economico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>