Questo articolo è stato letto 1 volte

Bocciati i ricorsi di cinque regioni contro la nuova disciplina della Scia

La Corte costituzionale. con la sentenza n. 164 depositata il 27 giugno 2012, ha respinto i ricorsi promossi da cinque regioni (Valle d’Aosta, Toscana, Liguria, Emilia Romagna e Puglia) contro la normativa che ha introdotto una nuova disciplina in materia di Scia (articolo 49, commi 4-bis e 4-ter, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122).
La Consulta ha respinto anche il ricorso promosso dall’Emilia-Romagna contro l’articolo 5, comma 1, lettera b), e comma 2, lettere b) e c), del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>