Questo articolo è stato letto 199 volte

Comunicazione vs notificazione nel procedimento sanzionatorio

Articolo di Domenico Trombino

notificaziione

Secondo il più recente arresto delle Sezioni Unite della Cassazione civile, la sentenza 17 maggio 2017, n. 12332, «il principio della scissione degli effetti tra “notificante” e “notificato” va applicato anche nel caso di atti di un procedimento amministrativo sanzionatorio, non ostando la recettizietà dei medesimi, le volte in cui dalla conoscenza dell’atto decorrano i termini per l’esercizio del diritto di difesa dell’incolpato e, ad un tempo, si verifichi la decadenza dalla facoltà di proseguire nel procedimento sanzionatorio in caso di mancata comunicazione delle condotte censurate entro un certo termine», ciò  a prescindere  dalla forma di partecipazione comunicativa utilizzata, attraverso cioè la cooperazione di terzi soggetti allo realizzazione dello scopo di portare l’atto alla conoscenza del destinatario.

>> Continua a leggere l’articolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>