Questo articolo è stato letto 193 volte

Concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico-ricreativo

demanio

Il Servizio Bilancio del Senato pubblica la documentazione per l’esame del progetto di legge  A.S. 2957 “Delega al Governo per la revisione e il riordino della normativa relativa alle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico-ricreativo”

La disciplina delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative risulta assai complessa, a causa dei numerosi interventi normativi che si sono succeduti negli anni in mancanza di una disciplina generale di riordino della materia.

Tali interventi si sono inoltre intrecciati – e talvolta ne sono stati la conseguenza diretta – con la normativa e con le procedure di contenzioso aperte in sede europea che hanno riguardato essenzialmente i profili della durata e del rinnovo automatico delle concessioni, nonché la liceità della clausola di preferenza per il concessionario uscente: il c.d. diritto di insistenza, previsto dall’art. 37, secondo comma, del codice della navigazione, poi abrogato nel 2009.

>> Continua a leggere il documento

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>