Questo articolo è stato letto 59 volte

Contraffazione – Marchio imitato grossolanamente – Non è reato

La Corte di Cassazione annulla senza rinvio la sentenza impugnata perché il fatto non sussiste, osservando che non può ritenersi falsificazione se i marchi, loghi o segni distintivi rievocano o somigliano ma inequivocamente differiscono dall’originale.

Continua a leggere la sentenza

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>