Questo articolo è stato letto 6 volte

DALLE REGIONI

SICILIA

Saldi anticipati al 2 gennaio

Sulla Gazzeta ufficiale della Regione siciliana è stato pubblicato il decreto 27/10/2015 con il quale la Giunta Crocetta anticipa i saldi invernali al 2 gennaio.
La decisione ha investito non solo l’anticipazione della data dei saldi, ma anche l’estensione praticamente a tutto l’anno del periodo delle promozioni.

PIEMONTE

Nuovo regolamento sul  commercio ambulante

E’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte il nuovo regolamento n. 6/2015 sul commercio ambulante, deliberato dalla Giunta regionale dopo un lungo lavoro di confronto a livello interistituzionale e con le associazioni di categoria.

Le norme riguardano le postazioni al momento libere, sulle quali i Comuni potranno adesso pubblicare gli appositi bandi per l’assegnazione, dando la possibilità al settore di poter contare su ulteriori spazi  per esercitare le attività di commercio.

Nella consapevolezza di una realtà commerciale su area pubblica caratterizzata in Piemonte da peculiarità storicamente radicate e da una tradizione di forte e capillare presenza del comparto nella rete distributiva, la Regione ha definito così il nuovo quadro normativo a cui i Comuni dovranno attenersi, evitando criteri di rilancio che lo stesso Ministero dello Sviluppo Economico, con apposito parere, ha ritenuto non conformi alla legge.

Il regolamento introduce alcune importanti novità che rendono possibile da subito assegnare i posti liberi sui mercati esistenti, istituire posteggi mercatali nuovi, favorire il servizio di prossimità nelle aree desertificate e valorizzare nelle assegnazioni dei posteggi su area pubblica la professionalità degli operatori che già esercitano, premiandone anzitutto l’anzianità di esercizio nell’attività. Inoltre, grazie alle nuove regole, sarà possibile realizzare, con riferimento a singole porzioni di territorio, progetti innovativi di comparto, con particolare riguardo alla compatibilità architettonica e ambientale e all’ottimizzazione del rapporto fra struttura e contesto di riferimento, nonché migliorare  l’offerta al consumo valorizzando i prodotti locali e di qualità.

Il testo fa chiarezza sui tempi di riassegnazione dei posteggi attualmente occupati, disponendo meccanismi di proroga “ope legis”  per le concessioni esistenti. Infine, dispone in merito alle modalità di riassegnazione degli stessi posteggi prevedendo meccanismi di valorizzazione della professionalità degli operatori, tali da premiarne l’anzianità di esercizio nell’attività, sia in qualità di azienda sia rispetto alla radicata  presenza sui mercati/posteggi oggetto di assegnazione.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>