Questo articolo è stato letto 413 volte

Grotte di sale: Il TAR Lazio boccia la circolare del Ministero della salute

Il TAR del Lazio, sezione III-quater, con sentenza n. 5546 del 15 giugno 2012, ha dichiarato l’illegittimità del provvedimento del Ministero della Salute, dei dispositivi medici, del servizio farmaceutico e della sicurezza delle cure, prot. n. 0033981-P del 15 maggio 2012, con il quale sono stati disposti il ritiro ed il divieto di immissione in commercio e di utilizzo ex art. 18 d.lgs. n. 46/97 dell’apparato denominato “XXXXXl” utilizzato all’interno delle “Grotte del sale” per il trattamento c.d. “Haloterapia” e delle apparecchiature basate sulla medesima tecnologia di funzionamento, nonchè della nota emessa dalla medesima autorità n. 29517-p del 30 aprile 2012 e di tutti gli atti presupposti, preordinati, connessi e conseguenti.
L’accoglimento del ricorso è stato determinato dal fatto che le misure garantiste di preavvertimento ai fini regolarizzatori della situazione e di partecipazione e contraddittorio assicurate dagli artt. 17 e 18 del d.lgs. n. 46/1997, sono state disattese, poiché la ricorrente non è stata invitata, con fissazione di un termine all’uopo concesso, a far venire meno l’eventuale situazione di infrazione, né è stata sentita, per controdeduzioni, prima del provvedimento di ritiro dal mercato, con divieto di immissione in commercio e di utilizzo. Né appare – per il TAR Lazio – conferente o validamente ipotizzabile o richiamabile, nella specie, il riferimento ad una situazione di urgenza tale da consentire la deroga alla normativa partecipativa e garantista suddetta, in presenza di un prodotto, come sottolinea la ricorrente, da anni prodotto e commercializzato senza problemi, con il sostanziale avallo (fino a pochi giorni prima del nuovo orientamento) del Ministero stesso.
Ad avviso del TAR Lazio vi sono contrastanti avvisi sulla natura di dispositivo medico delle apparecchiature utilizzate per l’haloterapia e pertanto erano necessari approfonditi accertamenti prima di assumere decisioni lesive all’attività di impresa. La sentenza del TAR Lazio n.5546/2012 riporta tutti al punto di partenza, ovvero ad un vuoto normativo in materia che, al momento, solo le regioni possono colmare dando precise indicazioni agli operatori sul territorio.

Vedi anche

Ministero della salute 15/5/2012 – Grotte di sale per haloterapia
Nota regione Veneto 23/5/2012, prot. 238872 – Attività di haloterapia. integrazioni e precisazioni alla nota prot. 222798 del 15/5/2012
Nota regione Veneto  15/5/2012, prot. 222798 – Attività di haloterapia. Indicazioni

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>