Questo articolo è stato letto 344 volte

IL CASO – trattenimento – cinema – agibilità

parrocchoale

In un locale parrocchiale adibito a cinematografo risalente all’anno 1954 oggetto di lavori (autorizzati) di risanamento conservati ultimati anno 1998 ma per il quale agli non risulta essere stato rilasciato certificato di agibilità. Negli anni usato sporadicamente per eventi propri dell’attività parrocchiale. Intendono effettuare spettacoli di carattere teatrale con calendario programmato aperti al pubblico con pagamento di biglietto di ingresso.

Premesso che il locale ha una capienza massima di 99 posti a sedere si chiede – se l’agibilità del locale possa o debba essere sostituita da una asseverazione di tecnico abilitato. E se debba venire rilasciata licenza generale art 68/69 anche se la Parrocchia non è attività imprenditoriale. – se sarà sufficiente scia temporanea in occasione dei singoli spettacoli O se essendo i posti inferiori a 100 si ritiene non dovuta alcuna Scia / Licenza confermando comunque una asseverazione o richiesta agibilità per l’uso dei locali.

 

>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>