Questo articolo è stato letto 197 volte

IL CASO – commercio su area privata – temporary shop – soggetti diversi

question-mark-4682731__480

Una associazione ha trasmesso al nostro Comune una SCIA per l’apertura di commercio di vicinato temporaneo indicando la data di inizio e fine dell’attività. A seguito di un controllo emerge che all’interno di questo locale l’attività non viene esercitata dal titolare della SCIA bensì esercitano l’attività n. 3 operatori di commercio ambulante i quali dichiarano di appartenere all’associazione che ha presentato la SCIA. Si chiede se tale situazione è consentita da norme vigenti e nel caso non si configuri tale possibilità di esercizio quale sanzione è possibile applicare.

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

 

Immagine34

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>