Questo articolo è stato letto 312 volte

IL CASO – commercio su area pubblica – bando – graduatoria

question-mark-4682731__480

n occasione del riesame della regolamentazione comunale in materia di commercio su aree pubbliche, è emerso che da circa quindici/vent’anni partecipano al locale mercato settimanale alcuni operatori commerciali ed alcuni produttori agricoli, a cui viene concessa, da chi effettua la “spunta” (il quale ne conserva anche una graduatoria sulla base del numero di presenze fisiche ad ogni giornata di mercato), l’occupazione dello stesso posteggio, pur non essendo titolari di alcun provvedimento amministrativo (= concessione di posteggio) rilasciato dal Comune in cui ha sede il mercato. A Dicembre 2019 quest’ufficio ha approvato in sede di Consiglio Comunale il nuovo regolamento comunale in materia e relativa planimetria, ampliando l’area mercatale per ricomprendervi anche i posteggi alla luce di suddette occupazioni. Recentemente la Giunta Comunale ha dato disposizioni di “sanare” le legittime aspettative di suddetti operatori “precari”, che tali sono in diritto, ma non in fatto. Quest’ufficio vi chiede cortesemente: si possono “sanare” suddette occupazioni rilasciando il provvedimento di concessione di posteggio sul solo presupposto di un supposto diritto acquisito? Oppure, comunque, è d’obbligo la pubblicazione di un bando con la previsione di determinati requisiti preferenziali per l’attribuzione del punteggio?

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

 

Immagine34

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>