Questo articolo è stato letto 335 volte

IL CASO – Gazebo per raccolta firme – bollo

raccoltafirme

Un movimento politico chiede il rilascio dell’autorizzazione per l’occupazione del suolo con un gazebo per una raccolta di firme “petizione popolare”. Sostiene di essere esente dal bollo ai sensi dell’art. 1 allegato “B” del D.P.R. 642/70 e di non dover corrispondere il canone OSAP.

L’Ufficio chiede invece la regolarizzazione della domanda in bollo in quanto l’esenzione prevista dall’art. 1 allegato “B” DPR 642/70 viene intesa come applicazione sui modelli cartacei per la raccolta firme e non la richiesta di rilascio di autorizzazione per l’occupazione del suolo pubblico.

Il pagamento del canone OSAP in quanto il Regolamento Comunale per l’applicazione del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche prevede l’esenzione solo durante il periodo di propaganda elettorale, ossia durante i 30 giorni successivi al decreto di indizione dei comizi elettorali. E’ corretta questa interpretazione?

 

>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>