Questo articolo è stato letto 148 volte

IL QUESITO DEL GIORNO – somministrazione – requisiti professionali – casi di esclusione

» Quesito

Nell’esercizio di attività di CIRCOLO PRIVATO non è obbligatorio il possesso dei requisiti professionali di cui al comma 6 dell’articolo 71 del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 e s.m.. Si chiede cortesemente nel caso il circolo privato non aderente ad un ente nazionale, non eserciti l’attività somministrazione direttamente ma affida la stessa ad un gestore, questo deve essere in possesso dei requisiti professionali ?

» Risposta

La questione del possesso del requisito professionale previsto dall’articolo 71 del D.lgs 59/2010 non deve essere posta in relazione al soggetto che svolge materialmente l’attività, ma in relazione alla tipologia di attività. L’articolo 71, è stato modificato dal D.lgs 147/2012, che ha soppresso l’inciso “anche se effettuate nei confronti di una cerchia determinata di persone”, inserendo invece l’inciso “e limitatamente all’alimentazione umana” ; con la conseguenza che il possesso del requisito professionale è necessario solamente nell’ipotesi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande. La risoluzione Ministeriale 3656 del 12 Settembre 2012, reperibile sul sito, indica che il requisito professionale non può essere richiesto nel caso di svolgimento delle attività elencate alle lettere b), e), f), g) ed h) del comma 6 dell’art. 3 della legge 25 agosto 1991, n. 287, ovvero per la lettera  b) “ negli esercizi annessi ad alberghi, pensioni, locande o ad altri complessi ricettivi, limitatamente alle prestazioni rese agli alloggiati;
e) nelle mense aziendali e negli spacci annessi ai circoli cooperativi e degli enti a carattere nazionale le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell’interno; f) esercitate in via diretta a favore dei propri dipendenti da amministrazioni, enti o imprese pubbliche;  g) nelle scuole; negli ospedali; nelle comunità religiose; in stabilimenti militari delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco; h) nei mezzi di trasporto pubblico.”

PER APPROFONDIRE QUESTO ARGOMENTO

8891609984

Spettacoli, trattenimenti, 
attrazioni e giochi
Manuale pratico per le attività di vigilanza, 
pubblica sicurezza e polizia amministrativa

– Verifica di incolumità
– Disturbo della quiete pubblica
– Manifestazioni temporanee ed eventi
– Prevenzione incendi
– Orari e ordinanze

 

ACQUISTA ON LINE

 

I CORSI
Le nuove forme di trattenimento, temporanee e permanenti, in sede fissa
Inquadramento, disciplina e controllo

Bologna, 31 marzo 2016
Milano, 7 aprile 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>