Questo articolo è stato letto 279 volte

IL QUESITO DEL GIORNO – somministrazione – trattenimento – licenza – agibilità

» Quesito

Un pubblico esercizio BAR, vorrebbe fare una notte bianca dalle ore 21,00 alle ore 05,00 con musica dal vivo nel piazzale all’aperto antistante il locale e fuori dal centro abitato. Non vengono allestite strutture, non si paga il biglietto, si presume che gli avventori siano di n. nettamente sup. a 200. Domanda: occorre l’autorizzazione ai sensi del TUPS, oppure il gestore responsabile della manifestazione può presentare due SCIA nel SUAP per effettuare due eventi distinti attivati in due giorni es. il primo dalle ore 21 alle 24, il secondo dalle ore 0,10 alle 5 del mattino? E se occorre l’autorizzazione non essendoci strutture occorre ugualmente la relazione di un tecnico o deve riunirsi la CCLPS?

» Risposta

Quanto indicato nel quesito è un escamotage che potrebbe essere messo in atto da un esercente per raggirare gli obblighi di legge ma, proprio perché tale, deve essere contrastato dalla pubblica amministrazione. Riteniamo che occorra la licenza di cui all’art. 68 tulps ed eventualmente la verifica di agibilità di cui all’art. 80. Per il caso in esame quindi occorre effettuare le opportune valutazioni, tenendo presente quanto suggerito dal Ministero dell’Interno nella nota Prot.n.557lPASru/005089/13500.A(8) del 14 marzo 2013; l’obbligo della verifica da parte della commissione di vigilanza è determinato dalla tipologia e modalità di svolgimento del pubblico spettacolo; sarà infatti necessaria sempre la verifica di agibilità quando vi è un pubblico che assiste e se tale pubblico ha elementi di contenimento (panche, sedie,transenne ecc), in base al numero delle persone che assistono e comunque sulla “base della valutazione di rischi potenziali per la pubblica incolumità, secondo criteri di comune buon senso ed esperienza” . Trattandosi di attività che si vorrebbe svolgere all’aperto e su area pubblica si suggerisce di valutare attentamente il rilascio della concessione di suolo pubblico che non è vincolante per la pubblica amministrazione. Occorre poi anche valutare e se del caso autorizzare per quanto attiene all’inquinamento acustico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>