Questo articolo è stato letto 143 volte

Irretroattività delle sanzioni amministrative: i recenti pronunciamenti della Corte Costituzionale non incidono, allo stato, sulla L. 689/81 (né sulle normative di settore)

Articolo di Domenico Trombino

suap1

Per chi, dal lato pubblica amministrazione, ha variamente a che fare con sanzioni pecuniarie o reali, ossia, provvedimenti sanzionatori propriamente detti o provvedimenti interdittivi, la sentenza della Corte Costituzionale 21/3/2019, n. 63, apre a riflessioni notevoli, che investono non pochi principi, fra i quali quelli di uguaglianza, di ragionevolezza, di certezza del diritto, letti in relazione al principio di retroattività della legge, segnatamente della legge più favorevole (lex mitior), oltre che il principio di corrispondenza fra chiesto e pronunciato, tipico di siffatte decisioni.

 

Continua la lettura dell’APPROFONDIMENTO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>