Questo articolo è stato letto 180 volte

LA SENTENZA – Piano urbanistico delle attività produttive – Obbligo di motivazione

destinazione

Il Consiglio di Stato ha deciso che vale il principio secondo cui le scelte urbanistiche compiute con gli atti di pianificazione generale non richiedono una motivazione puntuale e, purché non manifestamente illogiche o contraddittorie o ingiustificate, sono sufficientemente motivate con riguardo ai principi e ai criteri di fondo del piano, quali emergono dagli atti del procedimento e particolarmente dalla relazione di accompagnamento.

 

>> Continua a leggere la decisione del Consiglio di Stato

>> Continua a leggere il commento

 

>> CONSULTA L’ARCHIVIO SENTENZE

 

 

PER APPROFONDIRE:

prontuario 2017PRONTUARIO DI POLIZIA AMINISTRATIVA
e delle leggi di pubblica sicurezza

Commercio
Tutela dei consumatori
Violazioni al TULPS e al codice penale
Pubblici esercizi, somministrazione e spettacoli
Stranieri
Sanzioni

In appendice l’elenco dei regimi amministrativi delle attività commerciali

acquistaora

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>