Questo articolo è stato letto 173 volte

Le qualifiche professionali nel SUAP (II): le ragioni dell’inosservanza del diritto comunitario

Articolo di Domenico Trombino

suap1

 

 

L’avvio delle recenti procedure d’infrazione n. 2018/2374 e n. 2018/2295, in particolare la prima, dice che, secondo la Commissione europea, l’Italia non ha ottemperato agli obblighi sanciti dalle seguenti norme:

Direttiva 2006/123/CE Direttiva 2005/36/CE Regolamento UE n. 910/2014
art. 6, parag. 1art. 7, paragg. 1, 3art. 8, parag. 1 art. 57, paragg. 1,2,3.art. 57-bis art. 6

Segnatamente, su tale base normativa, dunque, l’Italia, di là dal non aver adottato specifiche misure di attuazione delle stesse, non avrebbe garantito in concreto la disponibilità e la qualità delle informazioni relative alle qualifiche professionali, attraverso lo sportello unico.

 

Continua la lettura dell’APPROFONDIMENTO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>