Questo articolo è stato letto 4 volte

Legislazione alimentare

La legislazione alimentare continua a essere sul menù del Parlamento per i prossimi mesi: a breve i deputati voteranno nuove proposte legislative sugli OGM, le etichette alimentari e la qualità dei cibi. L’idea principale è dare ai consumatori più informazioni possibili su quello che acquistano, permettendo loro di scegliere con maggiore consapevolezza e tutelare la propria salute.

OGM: La commissione per la sicurezza alimentare ha approvato in aprile la proposta di dare agli Stati membri libertà di vietare o limitare la coltivazione di OGM sul territorio nazionale, per motivi ambientali. La nuova legge non cambierà l’attuale procedura di autorizzazione effettuata dalla Commissione europea e basata su “preoccupazioni per la salute”.

Etichette alimentari: La commissione Ambiente, sanità e sicurezza alimentare ha votato il rapporto sulle etichette in aprile: scritte più grandi, più semplici e più chiare, e informazioni non solo sugli ingredienti ma anche sulle componenti possibilmente dannose per la salute, come grassi transgenici e allergeni. Il voto in plenaria è in agenda per giugno.

Nuovi alimenti: Dopo il fallimento dei negoziati interistituzionali, il Parlamento ha chiesto alla Commissione di presentare quanto prima una nuova proposta. Al centro della controversia, gli alimenti clonati: il Parlamento voleva vietarne la produzione sia dal bestiame clonato sia dalla sua progenie, mentre il Consiglio era favorevole al divieto solo per “la prima generazione” di cloni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>