Ludopatia

» Normativa

Legge Provinciale Trento 22/7/2015 n. 13

Interventi per la prevenzione e la cura della dipendenza da gioco

Legge Regionale Valle d'Aosta 15/6/2015 n. 14

Disposizioni in materia di prevenzione, contrasto e trattamento della dipendenza dal gioco d'azzardo patologico. Modificazioni alla legge regionale 29 marzo 2010, n. 11 (Politiche e iniziative regionali per la promozione della legalità e della sicurezza).

Legge Regionale Lombardia 6/5/2015 n. 11

Modifiche alla legge regionale 21 ottobre 2013, n. 8 (Norme per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico), alla legge regionale 11 marzo 2005, n. 12 (Legge per il governo del territorio) e alla legge regionale 2 febbraio 2010, n. 6 (Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere)

Decreto Presidente Giunta Regionale Toscana 11/3/2015 n. 26

Regolamento di attuazione della legge regionale 18 ottobre 2013, n. 57 (Disposizioni per il gioco consapevole e la prevenzione della ludopatia).

Legge Regionale Umbria 21/11/2014 n. 21

Norme per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco d'azzardo patologico

Vedi tutti i documenti

» Dottrina

Lotta alla ludopatia; La Regione Toscana aggiorna la normativa

C. Billeri (Approfondimento 12/10/2015)

Le leggi della lombardia e toscana per contrastare le ludopatie

Approfondimento 15/1/2014

» Giurisprudenza

TAR Veneto 12/1/2018 n. 35

Sale giochi e distanza dai luoghi sensibili

Consiglio di Stato sez. IV 28/9/2017 n. 4539

Obbligo di contrasto alla ludopatia

TAR Veneto sez. III 29/6/2017 n. 606

Lotta alla ludopatia

Tribunale Lombardia Brescia 22/10/2015 n. 1326

Lotta alla ludopatia - orari di esercizio delle sale giochi autorizzate e orari di funzionamento degli apparecchi con vincita di denaro installati negli esercizi autorizzati - ordinanza del sindaco - legittimità

TAR Lazio Latina sez. I 16/9/2015 n. 616

Enti locali - Lotta alla ludopatia - Atto di indirizzo consiliare per la disciplina dell'orario delle sale giochi e ordinanza sindacale che fissa l'orario massimo di attivazione degli apparecchi e congegni automatici nella fascia oraria che va dalle ore 10.00 alle 20.00 - Illegittimità - Per difetto di istruttoria e violazione del principio di proporzionalità

Vedi tutti i documenti