Questo articolo è stato letto 186 volte

No alla grande distribuzione se danneggia il piccolo commercio

L’ individuazione delle zone di insediamento commerciale deve essere operata dai comuni sulla scorta dei criteri predeterminati dalla regione, alla luce di una valutazione complessiva delle caratteristiche economiche, strutturali, territoriali e sociali del comune, nel rispetto dei principi di liberalizzazione delle attività commerciali, ma anche di quelli afferenti alla  tutela della viabilità del traffico e della compatibilità ambientale. Così il TAR Piemonte, con la sentenza n. 612/2016 rende legittimo il divieto a nuove localizzazioni commerciali poichè finalizzato a tutelare e proteggere la vitalità e vivibilità del centro storico cittadino

Continua a leggere la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>