Questo articolo è stato letto 217 volte

Sala giochi con bar: lecita la gestione separata delle due attività ma con limiti

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha trasmesso un parere del Ministero dell’Interno del 12 luglio 2013, n. 557-PAS/U’O12322/12001(1) ove vengono forniti chiarimenti in merito alla possibilità per un esercizio pubblico di somministrazione posto all’interno di una sala giochi di essere gestito da un soggetto diverso dal titolare della sala giochi.
Per il Ministero dell’interno da un lato nulla osta che le due attività siano gestite nei medesimi locali da soggetti diversi, ma dall’altro sottolinea che l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, accessoria e servente l’attività principale di sala giochi,  non possiede una natura gestionale completamente autonoma in quanto fortemente influenzata e condizionata dalla disciplina che regola le sale giochi, tenuto conto che:
– le sale giochi, a differenza degli esercizi di somministrazione, sono soggette a possibile limitazione oraria;
– le sanzioni pecuniarie ed accessorie  applicate nei confronti del gestore degli apparecchi da gioco (sospensione o chiusura), inevitabilmente si ripercuoteranno anche sull’esercizio della somministrazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>