Questo articolo è stato letto 2 volte

Semplificazione e valorizzazione nella riforma delle camere di commercio

Varata il 10 febbraio 2010 la riforma delle camere di commercio.
Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro Scajola, ha infatti approvato un decreto legislativo di riforma della disciplina dando così attuazione alla delega contenuta nella “Legge sviluppo”.

Queste le novità di maggior rilievo:

– viene inserita la rappresentanza dei professionisti nei Consigli camerali e vengono semplificate le modalità di composizione degli organi;

– si rafforzano le competenze delle Camere su tre linee di lavoro: internazionalizzazione e promozione all’estero delle nostre aziende, in raccordo con le strategie del Governo; semplificazione per le attività delle imprese attraverso la telematica; promozione dell’innovazione e del trasferimento tecnologico;

– si introduce il “Patto di stabilità” per il sistema camerale;

– si prevede che le Camere più piccole debbano accorpare i propri servizi;

– non si possono istituire nuove Camere di commercio se non in presenza di un numero minimo di aziende (40.000).

Vengono potenziate, anche attraverso lo strumento degli accordi di programma, le Unioni regionali delle Camere di commercio ed è valorizzato il raccordo con le Regioni.

Fonte: www.governo.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>