Questo articolo è stato letto 10 volte

Sicilia: approvazione norme di attuazione Centri Commerciali Naturali

Con Decreto Assessoriale n. 951/5s del 9 aprile 2009 sono stati approvati nella Regione Siciliana i criteri di definizione e di attuazione dei “Centri commerciali naturali” (previsti dalla legge regionale n.10 del 19 settembre 2005) e, contestualmente, la costituzione di un elenco regionale in cui verranno iscritti tutti i Centri riconosciuti.
L’accreditamento avverrà dopo un procedimento istruttorio previsto dallo stesso regolamento che attesterà la congruità della richiesta rispetto alle disposizioni stabilite.
L’albo è istituito presso il servizio 5/s del dipartimento Commercio. Potranno fare istanza di registrazione le piccole e medie imprese commerciali, artigiane, turistiche e di servizi che, sotto forma di consorzi, operano in vie, piazze, gallerie, centri storici o quartieri, dove storicamente e spontaneamente si sono addensate, e che dimostrino di lavorare in rete con una offerta commerciale integrata. I Centri già operanti, per poter essere accreditati, dovranno adeguarsi ai criteri del provvedimento assessoriale.
Potranno chiedere di aderire a un Centro naturale anche soggetti (con i requisiti stabiliti) che non operano nell’ambito urbano interessato, purché si impegnino a trasferire la loro attività in quell’area entro 60 giorni dal riconoscimento del Centro.
I Centri potranno attivare iniziative di promozione, comunicazione e organizzazione di eventi.
Nel dettaglio, potranno realizzare:
attività di animazione urbana; servizi di assistenza ai consumi;
progetti di arredo urbano destinati agli stessi centri; strutture di servizio aperte al pubblico, come l’assistenza agli acquisti;
accordi con enti di promozione turistica del territorio per offrire pacchetti turistici integrati all’offerta commerciale;
iniziative di sponsorizzazioni; partecipazione a bandi di finanziamento pubblico rivolti alle imprese commerciali di vicinato;
gestione di finanziamenti inerenti la sicurezza e il controllo per la realizzazione di impianti collettivi di videosorveglianza estesi lungo il perimetro dell’area in cui rientra il centro interessato;
gruppi di lavoro;
manifestazioni culturali, convegni, dibattiti, seminari e attività di formazione per i titolari e gli addetti.
I Ccn, per il loro riconoscimento,dovranno essere composti da un minimo di 20 commercianti con le seguenti finalità: lo scopo esclusivo della valorizzazione del sistema economico locale, con particolare riferimento al commercio tradizionale di vicinato e di medie strutture di vendita, ai pubblici esercizi e all’artigianato tradizionale, artistico e di servizio, nell’ambito dell’identità storico-culturale e sociale della comunità interessata; la vendita o la produzione di prodotti tipici siciliani.
Importante sarà l’eventuale quota del bilancio comunale destinata al sostegno delle attività messe in campo dai Centri.

>> Decreto assessoriale 9 aprile 2009, n. 951/5sApprovazione norme di attuazione Centri Commerciali Naturali

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>