Questo articolo è stato letto 77 volte

Sicilia – Rivendite di giornali – Estensione della  vendita al settore alimentare

Le edicole siciliane potranno vendere caramelle, confetti, cioccolatini, gomme americane, biscotti preconfezionati, merendine preconfezionate e simili, insomma tutto ciò che tecnicamente vengono definiti “pastigliaggi”.
Lo prevede la circolare della Regione Siciliana n. 4 dell’8 aprile 2011 che, di fatto, condivide la decisione del Ministero dello Sviluppo economico nella parte in cui e’ prevista la comunicazione di inizio attività, oggi “Scia”, per la vendita dei “pastigliaggi”. Mentre non è necessario il possesso dei requisiti professionali per la vendita di prodotti del settore merceologico alimentare,questo perché – prosegue la circolare – la vendita dei “pastigliaggi” costituisce un’attività marginale rispetto a quella principale, così come già avviene per i tabaccai.
L’alto livello di concorrenza e competitività ha fatto sì che mentre nelle altre categorie commerciali sia stata ampliata l’offerta di vendita (tabaccai che vendono giornali o grandi centri commerciali in cui si trova tutto), questo non e’ avvenuto per le edicole che avevano chiesto la possibilità di vendere anche altri articoli, non alimentari, come appunto i “pastigliaggi”. E’ stato corretto consentire anche a questa categoria la possibilità di ampliare l’offerta di vendita.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>