Questo articolo è stato letto 2 volte

Somministrazione: lecita la sospensione se sussiste un pericolo concreto ed attuale per la collettività

La sospensione dell’autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande, adottata ai sensi dell’art.100 del TULPS, è espressione di un potere, ampiamente discrezionale, che ha natura tipicamente preventiva e cautelare, a garanzia di interessi pubblici primari quali la sicurezza e l’ordine pubblico; ne discende che la sospensione della licenza deve ritenersi legittimamente adottata in tutti i casi in cui, a prescindere dalla colpa del titolare dell’esercizio, ricorra una situazione tale da configurare una fonte di pericolo concreto ed attuale per la collettività. (TAR per la Lombardia, Sezione III, 11 febbraio 2011, Sent. n. 00457/2011)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>