MAGGIOLI EDITORE - Ufficio commercio


LA SENTENZA - Commercio al dettaglio - centro commerciale – orari – pluralità di esercizi commerciali – principio di prevalenza merceologica

Il criterio fissato fin dall'art. 7 della legge 28 giugno 1971, n. 558, per il quale, nel determinare l'orario di apertura e chiusura degli esercizi, deve aversi riguardo alla prevalenza della attivit ivi esercitata (criterio della prevalenza merceologica), trova applicazione secondo il pacifico orientamento della giurisprudenza, anche nei confronti dei centri commerciali articolati in pi esercizi, che si prestano ad essere considerati come unit operative unitarie, nel cui ambito si svolgono le varie attivit commerciali in maniera individuale o consorziata. L'art. 7, l. 28 luglio 1971 n. 558, nel prevedere che le attivit c.d. "miste" soggette ad autorizzazione commerciale siano tenute ad osservare l'orario previsto per l'attivit prevalente da loro esercitata, non preclude che siffatto criterio della prevalenza si possa applicare anche ad un centro commerciale nel quale operino pi esercizi commerciali, in ragione delle sue peculiari caratteristiche di unitariet, rinvenibili sia nella comune struttura in cui gli esercizi stessi si trovano ad operare (unico grande conglomerato urbanistico, ove insistono i vari negozi a cui possibile accedere soltanto attraverso una o pi entrate principali comuni, anche per evidenti ragioni di sicurezza) sia soprattutto nella comune gestione aziendale e promozionale, dati, questi, che rendono irragionevole l'imposizione di orari diversificati ai diversi esercizi col ubicati, anzich l'applicazione del predetto criterio al centro commerciale nella sua interezza.  
Consulta la SENTENZA

www.ufficiocommercio.it