Questo articolo è stato letto 5 volte

Toscana – Progetti integrati di filiera

Si chiamano “Pif”, cioè Progetti integrati di filiera, sono lo strumento innovativo che la Regione Toscana ha adottato per garantire un maggiore equilibrio nelle filiere. Infatti, attraverso il “progetto integrato di filiera” si favorisce la riorganizzazione della filiera stessa e l’aggregazione dei vari soggetti, a partire dagli agricoltori, in modo da porre le condizioni per creare migliori e più eque relazioni di mercato.

Il “Pif” prevede la sottoscrizione di un apposito “accordo di filiera”, a cui partecipano produttori, trasformatori, commercianti, che disciplinano nell’accordo gli obblighi e le responsabilità reciproche. E questo sia per la fornitura di prodotti agricoli destinati alla trasformazione e commercializzazione agroindustriale, sia per la realizzazione degli investimenti necessari.

I soggetti che si mettono insieme per realizzare questi obiettivi possono usufruire dei finanziamenti previsti dal PSR, il piano di sviluppo rurale della Regione Toscana, per un totale di 25 milioni di euro.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>