Questo articolo è stato letto 11 volte

Veneto: lecito il diniego di apertura di sala giochi se in contrasto con una norma urbanistica

Il tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto, Sez. III, 31 gennaio 2011, Sent. n. 00139/2011 ha ritenuto legittimo il diniego di rilascio di licenza per l’apertura di sala giochi in una zona industriale poiché per quanto disposto nel N.T.A. del PRG in tale zona sono ammessi impianti sportivi o ricreativi solo al servizio delle aziende. Se il piano regolatore impone il divieto, secondo una logica urbanisticamente apprezzabile, che nella zona industriale non possono essere attivati impianti ricreativi rivolti alla generalità, non è ammesso che tali impianti siano attivati, anche se non fosse in concreto necessario il rilascio di un titolo abilitativo edilizio.
Inoltre l’Amministrazione Comunale, nel determinarsi con riferimento ad atti abilitativi che non riguardano l’edilizia, ma altri interessi pubblici, quali nel caso di specie il commercio e la pubblica sicurezza, deve comunque garantire il rispetto della disciplina urbanistica anche se l’attività non richiede il rilascio di un titolo abilitativo edilizio.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>