Questo articolo è stato letto 2 volte

Vittoria Ue del Parmigiano, tutelati anche i nomi simili

Solo il Parmigiano reggiano può essere chiamato parmesan, non i prodotti che imitano l’originale prodotto italiano. Dopo quasi tre anni di causa europea, i produttori del nostro Paese hanno ottenuto una prima vittoria nella guerra contro i falsi grazie a una sentenza della Corte di giustizia europea del Lussemburgo che è stata depositata il 26 febbraio 2008. Si annuncia, però, una guerra continua mondiale contro i falsi dai nomi più fantasiosi (come Parma, Rapesan, Parmesao eccetera eccetera), anche perché i giudici europei hanno respinto il ricorso della Commissione per inadempimento contro la Germania, dato che è l’Italia, lo Stato da cui proviene la Dop (Denominazione di origine protetta), a dover assicurare il rispetto della denominazione, il che è naturalmente più facile in Europa e meno nel mondo. La sentenza è comunque chiara nella condanna della tecnica truffaldina: prima di tutto perché la tutela del diritto comunitario si estende anche alle forme evocative del prodotto originale. Dunque "Parmesan" è certamente un’evocazione della Dop "Parmigiano reggiano". (Da Aziendalex)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>