Questo articolo è stato letto 8 volte

Al via a Venezia la guerra alla contraffazione

E’ stata presentata alla stampa dal Prefetto di Venezia la nuova campagna anticontraffazione 2014.

La campagna è volta a promuovere la cultura della legalità e a rendere maggiormente consapevoli i cittadini ed i turisti sulle conseguenze estremamente negative derivanti dal fenomeno della contraffazione e della vendita abusiva di prodotti, a danno della salute e dell’economia sana del territorio.

L’iniziativa vede diversi attori istituzionali coinvolti in una strategia unitaria e coordinata per incidere più efficacemente sul fenomeno.

Si punterà su una comunicazione convenzionale efficace, incisiva e d’impatto con sagome a dimensione naturale posizionate nei sestieri della città lagunare maggiormente colpiti dal fenomeno contraffazione. Prevista anche una comunicazione dinamica, con immagini sui tetti dei vaporetti e sulle fiancate degli autobus.

Chiunque voglia, infine, potrà scattare una foto geolocalizzata che riprende ‘la scena del crimine’, ovvero il luogo della città dove si vendono prodotti contraffatti, e postare il messaggio sui Social Instagram e Facebook con l’hashtag #fkysvenice.

Infine, grazie al comune di Venezia, verrà diffuso materiale informativo presso gli imbarcadero, in 5 approdi, e nei principali punti di accesso della città: aeroporto, stazione marittima, stazioni ferroviarie.

Presentazione della campagna

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *