Discoteche, palestre e dintorni

di Giuseppe Sciscioli

Questa volta è la Cassazione a dire la sua per censurare l’illegittima trasformazione di palestre o scuole di ballo in discoteche.

Le prime sono luoghi dove si possono svolgere solo attività ginniche, le seconde sono luoghi di pubblico spettacolo, assoggettati alla disciplina del Tulps e del Codice Penale, che richiedono il rilascio da parte del Comune della prescritta autorizzazione, previo parere favorevole della Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo.

 Continua a leggere l’articolo

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.