IL CASO – artigiano – birra – vendita – somministrazione

Un artigiano vuole aprire l’attività di “microbirrificio” con produzione e vendita sia al dettaglio che all’ingrosso, degustazione e somministrazione di panini, toast e cicchetteria. Posto che un artigiano può vendere i propri prodotti nei locali di produzione o ad essi adiacenti, si chiede in questo caso quali adempimenti debbano essere assolti in merito alla degustazione e alla somministrazione: pur essendo artigiano, dovrà avere tutti i requisiti previsti per la somministrazione? Dovrà presentare normale Scia inclusa notifica sanitaria e comunicazione all’Agenzia delle Dogane per vendita alcolici? Se invece optasse per il solo asporto senza somministrazione, i requisiti quali sarebbero?

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

 

TI CONSIGLIAMO

[libprof code=”17″ mode=”inline”]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.