In primo piano

IL CASO – circolo privato – gioco – attività all’aperto

» Quesito

Buongiorno, mi ricollego ad un precedente quesito inviato per il quale richiedo un maggior approfndimento. Un’Associazione sportiva, titolare anche della licenza di Circolo con somministrazione a favore dei soci, nel periodo estivo chiede l’occupazione di una porzione di suolo pubblico per poter svolgere attività ricreative a favore della cittadinanza (senza specificare la tipologia). Telefonicamente hanno parlato di tornei di carte con soci e non soci. Nel precedente quesito mi avete risposto che è possibile lo svolgimento dei tornei aperti ai non soci con il rilascio della licenza o Scia ai sensi dell’art.86 comma 1 TULPS e affissione della Tabella dei giochi proibiti. Mi pongo però queste domande: è possibile che i tornei vengano svolti all’aperto in una pubblica piazza? I tornei possono prevedere vincite? Grazie

» Risposta

Le attività che un circolo privato svolge, come la somministrazione ai soli soci o il gioco, possono essere svolte solamente all’interno dei locali sede del circolo privato; non è infatti consentito a tali associazioni di svolgere attività all’esterno della sede del circolo, salvo richiedere le opportune autorizzazioni previste per coloro che attivano queste attività come impresa e non come circolo; il circolo deve verificare con il proprio fiscalista se queste attività comportano la perdita delle agevolazioni fiscali. Se regolarmente autorizzato il torneo può svolgersi anche su una piazza ma se vi è un pubblico che assiste diventa anche pubblico spettacolo ( art. 68 tulps); i premi non potranno mai essere in denaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.