IL CASO – circolo privato – locali – deroghe

» Quesito

Un circolo privato non aderente ad ente o NON ADERENTE ad associazioni a carattere nazionale può esercitare l’attività di somministrazione di alimenti e bevande riservata ai soci in un fabbricato con qualsiasi destinazione d’uso o è necessaria la destinazione d’uso commerciale anche in un chiosco?

» Risposta

I circoli privati potevano utilizzare la deroga alla destinazione d’uso del locale in virtù delle disposizioni contenute nella legge 383/2000, tale norma però è stata abrogata con l’entrata in vigore del D.lgs 117/2017.  La nuova disciplina, alla cui lettura si rinvia, mantiene la previsione di esenzione dal rispetto della destinazione d’uso dei locali come indicato dall’articolo 71 comma 1 che prevede che in qualsiasi tipologia di locali potranno essere svolte le attività consentite come non commerciali da parte delle associazioni del terzo settore, come definite dall’articolo 4 comma 1 del Decreto; a tale definizione quindi si dovrà fare riferimento per verificare la posizione dell’associazione/ circolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.