Questo articolo è stato letto 253 volte

IL CASO – commercio area pubblica – itinerante – fiere

Un artigiano iscritto alla CCIAA per l’attività di produzione preparazione e vendita in forma ambulante di pizze, hamburger, fritture, piadine ecc (produzione pasti e piatti pronti), pertanto non in possesso di autorizzazione per il commercio su area pubblica, presenta domanda di occupazione del suolo pubblico (uno stallo di sosta in un parcheggio pubblico) con un automezzo attrezzato, per svolgere l’attività in un giorno prestabilito. Premetto che non è mai pervenuta una istanza simile se non in passato nell’ambito di fiere, sagre o eventi organizzati o patrocinati dal comune. Nessun regolamento comunale ad oggi vigente individua sul territorio aree o posteggi isolati per l’esercizio di tale attività. Pertanto, dare seguito all’istanza sarebbe un atto discrezionale che potrebbe aprire la strada ad ulteriori richieste difficilmente gestibili.
Come si consiglia di procedere?
Si può negare l’occupazione dicendo che i regolamenti comunali non individuano aree destinati a tali attività. Ritengo non ci siano problemi di viabilità anche perché l’occupazione è alquanto contenuta.

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

 

PER APPROFONDIRE 

DISCIPLINA DEL COMMERCIO E DEI SERVIZI

Trimestrale di aggiornamento normativo e pratica professionale


Scopri il Nuovo Numero
 Scarica il Sommario

Non conosci questo Periodico? Scarica GRATIS un Fascicolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *