Questo articolo è stato letto 365 volte

IL CASO – corona virus – DPCM 14 Gennaio – centri commerciali

i sensi dell’art. 1 comma 10 lettera ff) del DPCM 14 gennaio 21, nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei mercati e dei centri commerciali, gallerie commerciali, parchi commerciali ed altre strutture ad essi assimilabili, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, di prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie, mentre il successivo punto gg) regola le limitazioni dei servizi di ristorazione, prevendo la possibilità anche nelle regioni arancioni e rosse di effettuare la consegna a domicilio o l’asporto . Si chiede se un esercizio di soministrazione (Bar o Ristorante o Pasticceria) ubicato all’interno di un parco commerciale (oppore centro commerciale) nelle giornate prefestive o festive debba essere completamente chiuso, precludendogli anche la possibilità di effettuare il servizio con consegna a domicilio o con asporto. Il dubbio sorge in quanto i servizi di ristorazione sono regolati con una disposizione specifica diversa da quella degli esercizi commerciali.

 

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *