IL CASO – manifestazione – palco – sicurezza

» Quesito

Una società calcistica intende allestire un palco di h. inferiore a 80 cm nella piazza principale del paese per celebrare la promozione della squadra. Intendono utilizzare questo palco, opportunamente interdetto al pubblico, per far “sfilare” brevemente la squadra e per far suonare un complesso, motivo per cui sarà quindi presente un impianto elettrico ed un service audio, anch’essi interdetti al pubblico. L’evento si celebrerà entro le h. 24 del giorno di inizio. Non sono previste aree per lo stazionamento del pubblico (sedie, transenne, posti in piedi delimitati), né biglietti d’ingresso per assistere. L’evento, infatti, si svolge in una cornice di negozi e bar in apertura serale, in una sorte di notte bianca. Pertanto, non si rende necessaria l’agibilità ex art. 80 del TULPS ai sensi del DM 19 agosto 1996. Chiediamo se sia corretta la procedura tale per cui la Società presenti semplicemente una “Scia di pubblico spettacolo o intrattenimento all’aperto senza strutture o impianti” (Punto 77 – Tabella A – D.Lgs. 222/2016), in relazione all’art. 68 del TULPS, presentando il corretto montaggio del palco e la conformità dell’impianto elettrico, oltre che comunque ad un opportuno piano di sicurezza della piazza e relazione tecnica da parte di un tecnico abilitato. Grazie

» Risposta

Indipendentemente dall’altezza del palco servirà la certificazione di montaggio dello stesso e la messa a terra dell’impianto elettrico, come pure la certificazione di previsione di impatto acustico. Riteniamo che necessiti la licenza prevista dall’articolo 68 del TULPS, poichè pur non trattandosi di manifestazione indetta nell’ambito di una attività imprenditoriale e senza opere di contenimento e stazionamento del pubblico, si realizza in area pubblica e non aperta al pubblico come precisato nella sentenza della Corte Costituzionale n. 56/1970; licenza che può essere sostituita da una Scia se ne ricorrono le condizioni. Riteniamo che invece necessaria la predisposizione di una redazione del piano della sicurezza sulla base della circolare del Prefetto Piantedosi del 18 luglio 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.