IL CASO – somministrazione – trattenimento musicale – piano acustico

Nell’ambito dell’attività di un pubblico esercizio per la somministrazione di alimenti e bevande è sempre consentito, all’interno dei locali, lo svolgimento di “piccoli trattenimenti musicali”, il funzionamento ordinario di impianti per la diffusione di musica di sottofondo, nonchè la detenzione e l’uso di apparecchi televisivi nel rispetto dei limiti previsti dal piano comunale di zonizzazione acustica, a seconda dei casi, con o senza l’obbligo di presentazione di documentazione di clima acustico. Invece, qualora l’attività musicale di sottofondo venga svolta anche all’esterno dei locali, in area privata di pertinenza dei medesimi, attraverso la semplice installazione di un impianto esterno di derivazione, nel rispetto dei limiti acustici (comprovato da idonea valutazione di impatto acustico), quale procedimento dovrà eventualmente essere adottato al fine di autorizzare detta attività?

Vuoi conoscere la risposta dei nostri esperti? Continua a leggere QUI

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.