IL QUESITO DEL GIORNO – Arte fotografica – Scenografia

» Quesito

Ci è pervenuta una richiesta di occupazione suolo pubblico con una struttura mobile con la quale si possono creare diverse scenografie coadiuvate dalla presenza di un pony sul quale i bambini possono farsi filmare o scattare delle foto dai propri genitori. Chiediamo come possa essere inquadrata tale attività  e se necessiti di altre autorizzazioni oltre a quella per l’occupazione del suolo pubblico.

» Risposta

Complessivamente riteniamo che si tratti di una attività libera, pur dovendo l’interessato osservare e rispettare alcune disposizioni; in primo luogo sarà necessario il rilascio, se del caso, della concessione di suolo pubblico ed anche del parere del medico veterinario per l’utilizzo del pony. Per quanto attiene alle fotografie si rammenta che l’arte fotografica non é più sottoposta al possesso della licenza in origine prevista dalle disposizioni del TULPS; per svolgere tale attività l’interessato però, come dispone l’art.164 del d.lgs. n. 112/1998, deve dare “informazione tempestiva all’autorità di pubblica sicurezza”. Riteniamo quindi che l’attività, ormai libera, necessiti solamente dell’onere di dare “l’informazione” ora prevista. Ovviamente occorre iscrizione registro imprese o albo artigiani.

 VAI ALL’ARCHIVIO QUESITO

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.