La chiusura degli esercizi di vicinato tra incompetenza del dirigente ed eccesso di potere

Articolo di Giuseppe Napolitano

Si premette che la pertinenza dei richiami normativi da porre a base degli atti che si adottano è cosa fondamentale; tuttavia ci sembra eccessiva la lezione impartita al Comune di Parma, dalla stessa sezione del TAR che opera in tale città.

Ci si riferisce all’ordinanza cautelare n°6, pubblicata lo scorso 12 gennaio 2018,  con cui il TAR per l’Emilia Romagna, sezione di Parma, ha sospeso il provvedimento del Dirigente del Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio del Comune di Parma, che aveva ordinato la chiusura di un esercizio commerciale di vicinato a mezzo distributori automatici, operante 24 ore su 24.

>> Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *