La SCIA nelle attività non aventi scopo di lucro

Tratto dal volume “NUOVA SCIA, 
SILENZIO ASSENSO 
E CONFERENZA DI SERVIZI

Effettuando un’analisi particolareggiata dell’articolo 19 vigente dopo la modifica operata dalla legge n. 122/2010, tenuto conto che lo stesso articolo sancisce espressamente che la SCIA è funzionale all’esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale senza specificare se essa sia svolta in forma principale di impresa o in forma marginale e secondaria (come nel caso degli enti non commerciali), si ritiene che la SCIA debba essere presentata anche dalle associazioni senza scopo di lucro, o associazioni, circoli ed enti vari costituiti in forma di enti non commerciali, che decidano di fare somministrazione rivolta al pubblico indistinto anche se in forma secondaria e marginale; la presentazione di detta SCIA NON per questo legittima che gli stessi possano svolgere attività commerciale o di somministrazione in forma primaria, al pari di soggetti imprenditori.

>> Continua a leggere l’articolo

 

 

PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO

 linguanti

NUOVA SCIA, 
SILENZIO ASSENSO 
E CONFERENZA DI SERVIZI

di  Saverio Linguanti

Guida all’utilizzo della SCIA  nelle attività economiche, nei procedimenti 
di polizia amministrativa e nell’edilizia

Contiene elenco dei regimi amministrativi applicabili alle attività economiche

acquistaora

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.