La semplificazione dei procedimenti del decreto legge n. 34/2020

Articolo di Daniela Tedoldi

Il decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020 tra le varie misure di sostegno a privati ed aziende a seguito dell’emergenza covid-19, ha stabilito in particolare disposizioni di semplificazione dei procedimenti amministrativi.

Si tratta dell’articolo 264 titolato “Liberalizzazione e semplificazione dei procedimenti amministrativi in relazione all’emergenza COVID-19” il cui scopo è quello di accelerare la conclusione dei procedimenti amministrativi in relazione all’emergenza epidemiologica da COVID 19, semplificando le procedure per il periodo dal 19 maggio fino al 31 dicembre 2020.

Il comma 1 del citato articolo 264 prevede di ampliare la possibilità di presentare dichiarazioni sostitutive, in tutti quei procedimenti che hanno ad oggetto erogazioni di benefici economici comunque qualificati ovvero prestiti e finanziamenti da parte della P.A., anche in deroga ai limiti previsti dagli stessi o dalla normativa di settore.

La semplificazione suddetta lascia però inalterato l’obbligo di rispettare le disposizioni del codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al D.Lgs n. 159/2011 che dunque dovranno essere accertate dall’amministrazione concedente nei modi tradizionali.

 

Continua la lettura dell’ARTICOLO

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *