LA SENTENZA – Cessazione dell’attività di sala giochi e somministrazione

IL FATTO

Un Comune – attraverso il responsabile del Settore Commercio – disponeva la cessazione immediata dell’attività, esercitata da un’associazione privata, di sala giochi e di somministrazione di alimenti e bevande in un locale, in virtù della contestazione di illeciti amministrativi e di due accertamenti elevati dai Carabinieri.

Avverso tale provvedimento dell’Amministrazione comunale il legale rappresentate dell’associazione ha proposto ricorso al TAR.

 

>> Continua a leggere la decisione del TAR

>> Continua a leggere il commento

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.