LA SENTENZA – Piano urbanistico delle attività produttive – Obbligo di motivazione

Il Consiglio di Stato ha deciso che vale il principio secondo cui le scelte urbanistiche compiute con gli atti di pianificazione generale non richiedono una motivazione puntuale e, purché non manifestamente illogiche o contraddittorie o ingiustificate, sono sufficientemente motivate con riguardo ai principi e ai criteri di fondo del piano, quali emergono dagli atti del procedimento e particolarmente dalla relazione di accompagnamento.

 

>> Continua a leggere la decisione del Consiglio di Stato

>> Continua a leggere il commento

 

>> CONSULTA L’ARCHIVIO SENTENZE

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.