Questo articolo è stato letto 100 volte

L’accesso agli atti difensivo in un caso pratico

Articolo di Domenico Trombino

Tizio, titolare di un’attività economica, per il tramite del proprio legale, in vista di un instaurando processo, richiede accesso agli atti difensivo, in particolare agli esposti aventi ad oggetto l’attività e lui medesimo, che hanno dato impulso a una serie di controlli. Caio, autore degli esposti, investito come controinteressato, si oppone al diniego, affermando che non trattavasi di esposti, ma di mere segnalazioni, finalizzate a sollecitare l’accertamento di situazioni che avrebbero potuto celare reati e invocando il diritto alla riservatezza dei suoi dati personali.

L’interrogativo è: ha diritto Tizio nella fattispecie di accedere agli atti richiesti?

La risposta è…

 

Continua la lettura dell’ARTICOLO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *