Questo articolo è stato letto 42 volte

Nel nuovo Report ISTAT tutti i dati delle amministrazioni pubbliche e del pubblico impiego

istat3

Nel Registro Asia (Istituzioni pubbliche) sono censite oltre 13mila istituzioni pubbliche, per un totale di 3.4 milioni di dipendenti

Il nuovo Report dell’ISTAT, basato sul Registro Asia – Istituzioni pubbliche, restituisce i dati sulle unità istituzionali a partire dall’anno di riferimento 2018. 13.396 istituzioni pubbliche, per un totale di 3.457.498 dipendenti (dato medio annuo). A partire dai dati così rappresentati sarà costituito il futuro Censimento delle Istituzioni Pubbliche, che non includerà però società e quasi società appartenenti al settore delle Amministrazioni Pubbliche e altre unità istituzionali attive perché in fase di liquidazione. Inoltre il Registro riguarderà tutte le unità attive di riferimento, mentre il Censimento si riferisce alle sole unità attive al 31 dicembre 2018.

La situazione del pubblico impiego consta di quasi 1 milione e mezzo di lavoratori impiegati nelle Amministrazioni locali. Rientrano nel settore delle Amministrazioni pubbliche (settore S13) più di 10mila unità istituzionali in cui si concentrano oltre il 98% di tutti i dipendenti, che nel Registro sono ripartite in tre sottosettori: 180 Amministrazioni centrali occupano 1.984.476 dipendenti in media annua; 10.201 Amministrazioni locali o territoriali per 1.369.246 dipendenti; 22 enti previdenziali, “per un numero complessivo di 39.788 dipendenti in media annua”. Risultano poi 2.993 istituzioni pubbliche extra S13 con 63.988 dipendenti (media annua). Le istituzioni pubbliche con dipendenti rappresentano l’89,4% del totale; il 47,5% delle unità istituzionali nel settore pubblico ha meno di 10 dipendenti, in prevalenza piccoli Comuni e unità non S13 come ordini e collegi professionali provinciali, Automobile Club provinciali e altri. È interessante constatare che le istituzioni pubbliche con meno di mille dipendenti equivalgono al 97,7% del totale, ma occupano solo il 13,8% dei dipendenti. Dunque, il restante 86,2% è impiegato nelle poche Amministrazioni con più di mille dipendenti. Di questi ultimi, il 32,2% lavora in Aziende ospedaliere pubbliche, Aziende ospedaliere e policlinici universitari, Aziende sanitarie locali e sette Ministeri. L’ente che fa registrare le maggiori dimensioni è il Ministero dell’istruzione, a cui fa capo il personale di tutte le scuole statali e che rappresenta quasi un terzo dell’occupazione dipendente del settore pubblico. Seguono poi alcuni Ministeri (Difesa, Interni, Giustizia, Economia) grazie alla presenza del personale delle forze armate, dei vari corpi di polizia e del corpo dei vigili del fuoco.

CONSULTA IL REPORT DELL’ISTAT

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>