Riguardo al controllo di regolarità formale della SCIA (e della comunicazione) negli sviluppi indotti dalla legge 124/2015

Non v’è altra funzione che, sul fronte della pubblica amministrazione, qualifichi meglio la competenza, se non l’identità, di primo punto di contatto per l’utente quanto la titolarità del controllo di regolarità formale, al netto di qualsivoglia contaminazione di natura organizzativa che al medesimo attribuisca funzioni e competenze diverse, di natura sostanziale.

Ove l’utente sia l’impresa, si tratta dello «sportello unico per le attività produttive» (di seguito denominato: «SUAP»): l’unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attività produttiva, che fornisce una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni, comunque coinvolte nel procedimento (art. 1, lett. m, D.P.R. 07/09/2010, n. 160.

 

Continua la lettura dell’APPROFONDIMENTO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.