Rilascio o  rinnovo di concessioni di aree demaniali marittime

Dal 1° gennaio 2013 tutte le Pubbliche Amministrazioni che gestiscono il rilascio o il rinnovo di concessioni di aree demaniali marittime (Regioni, Comuni, Capitanerie di porto e altre autorità portuali) dovranno comunicare all’anagrafe tributaria i dati riguardanti le concessioni di aree demaniali marittime attraverso il Sistema Informativo Demanio marittimo (S.I.D.), gestito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Direzione Generale  per i Porti, curandone il corretto aggiornamento dei dati, attraverso l’acquisizione del modello di domanda normalizzata (DO.RI. – Documentazione Richiedente), disponibile sul sito internet del predetto Ministero.
Lo ha stabilito il Direttore dell’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento del 3 maggio 2012, Prot. n. 2012/59763, pubblicato sul sito dell’Agenzia.
Tale adempimento risponde all’obbligo, posto a carico degli uffici pubblici, di comunicare gli atti di concessione, autorizzazione e licenza, di cui al comma 1, art. 6, D.P.R. n. 605/1973.
In sede di prima applicazione, i dati riguardanti le concessioni di aree demaniali marittime in essere al 31 dicembre 2011 dovranno essere comunicate al S.I.D., entro il 31 dicembre 2012.
Per l’omissione delle comunicazioni al S.I.D. o per la loro effettuazione con dati incompleti o non veritieri, si applica la sanzione amministrativa da 103,29 euro a 2.065,83 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.